La Mensola

Febbraio 1916

La giornata del 12 febbraio venne impiegata per la preparazione del materiale. Nel pomeriggio il comando del Corpo d'Armata invia a q.2990 il magg. Gregori per avere una relazione sullo stato dei lavori: il suo giudizio fu talmente lusinghiero che lo stesso gen. Venturi inviò un fonogramma di congratulazioni al cap. Sala. Il lavoro di spostamento del materiale iniziò la sera stessa: il primo tratto in discesa lungo un ripido canalino fu il più difficile, in quanto il materiale ingombrante tendeva ad incagliarsi negli spuntoni rocciosi. Solo con il coraggioso impegno di due soldati del genio minatori (un tal soldato Belletti "Ciccon" ed un anonimo capraio di Vittorio Veneto) il Sala riuscì a calare tutto il materiale attraverso il canalone. Nel frattempo Lunelli aveva organizzato il trasporto su quattro squadre:
1. i LEGATORI che avevano il compito di sistemare scale e corde;
2. i PORTATORI destinati al trasporto vero e proprio;
3. i MASCHERATORI con il compito di cancellare le piste;
4. gli SCALATORI per aprire la via.
Viene così attrezzato il sentiero verso la Mensola ed in tal modo potè essere trasportata e montata la baracca.

< PrecedenteSuccessivo >