Posizioni austriache in zona Tofane

Maggio 1915

Posizioni zona Tofane
La situazione in zona Tofane, da parte austriaca era la seguente: in Val Travenanzes un reparto di Standschützen di Silz (compagnie Silz, Haiming, Umhausen e Ötz), ai quali si unirono ai primi di giugno un plotone del 3° Landesschützen (107 uomini al comando del s.ten. Klapeer); il centro tattico era il rifugio Wolf-Glanvell.
A Forcella Travenanzes, Col dei Bos, Fontana Negra furono creati avamposti e piccole guarnigioni sul Castelletto e a q.1780. Una vera e propria linea trincerata non esisteva, fondamentalmente a causa del terreno roccioso. Da q.1780 in giù la Val Travenanzes era sguarnita, ma allo sbocco orientale della Val di Fanes si trovava metà della 2ª/165° Landstürm (ten. Höpperger) che provvide a costruire una robusta posizione. "Tra le rocce immediatamente a sud della cascata vi era la Andreas-Hofer-Wand, che i tirolesi si erano adattata a difesa, sotto la direzione del sottoufficiale Kirchmayer; più in su si innalzavano le Schwabenköpfe (Teste degli Svevi), massi rocciosi dove adempivano il loro ufficio gli uomini del Voralberg, col sottufficiale Aberer, i capipattuglia Konzett, Neyer e altri. Il sergente Flügel, cacciatore e tiratore scelto, teneva con un paio dei suoi commilitoni il posto Flügel su una cornice del Vallon Bianco; il sottufficiale Fuchs vegliava nell'altro lato della valle sul Becchei, dalla parete Fuchs, nell'opposta direzione, verso la Forcella Fiorenza. Una buca Zünd era al comando del sottufficiale Zünd, mentre i viennesi si erano costruita una solida trincea nel Wiener Wald."
Alla fine di maggio gli italiani occupano Cortina ed iniziano la marcia contro le posizioni austriache; tale movimento venne notato dalle pattuglie austriache inviate su Forcella Fiorenza. Il 5 giugno la brigata Reggio raggiunge la sua posizione al fine di assicurare il fianco sinistro alle truppe che puntavano su Dobbiaco. Nella sera si schiera con la destra appoggiata alla Tofana I, il centro a q.1808 (trincerone Ottina) e la sinistra verso le Cinque Torri; l'appoggio dell'artiglieria era fornito in totale da 8 pezzi da campagna.

< PrecedenteSuccessivo >