Montecroce Comelico

"Il Passo di Montecroce Comelico, attraverso il quale passava la linea di frontiera, è un valico largamente prativo, facilmente accessibile sia dalla Val Padola che dalla Valle di Sesto, dominato ad ovest dai contrafforti rocciosi della Croda sora i Colesei e della Pala di Popera e ad est dai ripidi declivi, in basso boscosi e in alto magramente prativi e rocciosi, che portano alla lunga cresta di confine tra i bacini della Drava e del Piave, chiamata dagli austriaci 'Karnischer Kamm' (Cresta Carnica)." (A. Berti)

1915 - Tentativi italiani di sfondamento

1916 - Guerra di posizione

1917 - Guerra di pattuglie

Nota: la scelta di usare per i monti a volte il nome austriaco ed a volte quello italiano risponde ad un criterio personale (quindi discutibile all'infinito) basato sulla mia sensazione di quale sia il nome "più usato" e maggiormente "evocativo" per la montagna in questione. Non c'è, dietro a questa scelta, nessuna visione filo (o anti) Tolomei!
  • Montecroce - Foto d'epoca

    Foto dell'epoca

    Foto della Grande Guerra sul Passo di Montecroce Comelico.
  • Montecroce - Panorami di oggi

    Panorami di oggi

    I panorami della zona, (più o meno) cent'anni dopo.